Il 1700

Il XVIII secolo:inquadramento storico-culturale

IL 1600, COME RICORDIAMO, FU CARATTERIZZATO DAL PREDOMINIO SPAGNOLO IN ITALIA E IN EUROPA. NELLA PRIMA META’ DEL SECOLO CI FU LA GUERRA DEI TRENTA ANNI TRA LA STESSA SPAGNA E I PAESI PROTESTANTI DEL CENTRO E DEL NORD EUROPA I QUALI AFFERMARONO COSI’ IL LORO PRINCIPIO DI LIBERTA’ RELIGIOSA OLTRE CHE POLITICA. QUESTA GUERRA SI CONCLUSE CON LA PACE DI WESTFALIA (1648) CHE SEGNO’ LA FINE DEL PREDOMINIO SPAGNOLO IN EUROPA . L’INIZIO DEL 1700 VEDE EMERGERE LA FRANCIA CON LUIGI XIV DETTO IL RE SOLE, EGLI SI AVVIA AD UNA POLITICA ESPANSIONISTICA CON UNA SERIE DI GUERRE ( GUERRA DI DEVOLUZIONE, GUERRA DI SUCCESSIONE SPAGNOLA 1714-1748, ECC.). IN SEGUITO ALLA SCONFITTA DELLA SPAGNA E DI LUIGI XIV IN QUEST’ULTIMA GUERRA, IN ITALIA L’AUSTRIA SUBENTRO’ ALLA SPAGNA ED ESTESE IL SUO DOMINIO SU QUASI TUTTA LA PENISOLA.

NEL 1700 ACCADONO FATTI IMPORTANTI COME LA NASCITA DEL REGIME MONARCHICO COSTITUZIONALE IN INGHILTERRA, DOVE SI AFFERMA ANCHE UNA RIVOLUZIONE AGRARIA E POI INDUSTRIALE( I RIVOLUZIONE INDUSTRIALE) CHE SI DIFFONDERA’ ANCHE IN ALTRI PAESI. LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE IMPLICA UN AUMENTO DEI PRODOTTI AGRICOLI ED INDUSTRIALI DA IMMETTERE SUL MERCATO IN MODO DA INCREMENTARE LE RICCHEZZE DI QUELLA NAZIONE.

L’INGHILTERRA COMBATTE CON LA FRANCIA UNA GUERRA COLONIALE CHE DURA OTTO ANNI PER IL PREDOMINIO NELLE COLONIE DEL NORD AMERICA, ALLA FINE LA VITTORIA SARA’ DELL’INGHILTERRA CHE SOTTRAE MOLTI PAESI COLONIALI ALLA FRANCIA E ALLA SPAGNA. LE COLONIE ERANO IMPORTANTISSIME PER FORNIRE MATERIE PRIME UTILI ALLO SVILUPPO DELLE INDUSTRIE INGLESI. ACCANTO ALLE MERCI FATTE VIAGGIARE DA UN CONTINENTE ALL’ALTRO , PURTROPPO VIAGGIAVANO ANCHE GLI SCHIAVI CATTURATI IN AFRICA E PORTATI A LAVORARE COME SCHIAVI NELLE PIANTAGIONI AMERICANE. NEL 1776 SCOPPIA IN AMERICA LA RIVOLUZIONE AMERICANA , E NEL 1789 SCOPPIA IN FRANCIA LA RIVOLUZIONE FRANCESE.

IL 1700 E’ IL SECOLO IN CUI SI AFFERMA CON PIU’ FORZA IL METODO RAZIONALE E SCIENTIFICO CHE AVEVA POSTO LE SUE PRIME RADICI CON GALILEO E POI CARTESIO E NEWTON. SI AFFERMA LA FIDUCIA NELLA RAGIONE CAPACE DI CAPIRE, MODIFICARE E TRASFORMARE LA REALTA’, CAPACE INOLTRE DI MIGLIORARE LA VITA DEGLI UOMINI IN TUTTI I SENSI. NEL SECOLO DEI LUMI SI AFFERMA UN CONCETTO IMPORTANTISSIMO CHE FA CAPO AI “DIRITTI DEL CITTADINO” PIUTTOSTO CHE AI DOVERI DEL “SUDDITO” NEI CONFRONTI DI UN SOVRANO E SI AFFERMA INOLTRE UNA ORGANIZZAZIONE POLITICA FONDATA SUL “CONTRATTO SOCIALE”. NEL CAMPO CULTURALE E LINGUISTICO SI AFFERMA IL CONCETTO DI UTILITA’ DELLA CONOSCENZA PER FINI PRATICI E GIUSTI E DEL LINGUAGGIO INTESO COME MEZZO DI COMUNICAZIONE E DI DIFFUSIONE DELLE CONOSCENZE. NASCE LA STAMPA PERIODICA PER DIFFONDERE LA CULTURA E SVILUPPARE IL DIBATTITO E LO SPIRITO CRITICO SU NUMEROSE QUESTIONI.

IL 1700 E’ IMPORTANTE ANCHE PER LA NASCITA DI UNA DOTTRINA ECONOMICA CHE OGGI E’ DI MODA ANCHE SE DA ALCUNI STUDIOSI NON CONDIVISA IN PIENO, E CIOE’ LA DOTTRINA DEL LIBERISMO , OSSIA DEL LIBERO SCAMBIO DI MERCI E DELLA LIBERA CONCORRENZA, TEORICO DI ESSA FU ADAM SMITH(1723-1790). IN BASE AI PRINCIPI DEL LIBERISMO LO STATO DEVE AVERE POCHISSIMI COMPITI E TUTTO DEVE ESSERE LASCIATO ALLA INIZIATIVA DEI PRIVATI CITTADINI, CHE NON SI OCCUPA CERTAMENTE DI CHI E’ PRIVO DI MEZZI PER SOPRAVVIVERE .DAL PUNTO DI VISTA PIU’ STRETTAMENTE LETTERARIO O DELLE CORRENTI DI PENSIERO IN GENERALE , BISOGNA RICORDARE CHE LA PRIMA META’ DEL 1700 (1700-1750c.) E’ CARATTERIZZATA DALL’ETA’ DELL’ARCADIA E LA SECCONDA META’ (1750-1780 c.) E’ CARATTERIZZATA DALL’ETA’ DELL’ILLUMINISMO E DEL NEOCLASSICISMO).

Lascia una risposta